DE | EN
 

Mobilità - Pilotare il traffico

In Alto Adige ci sono 63 cosiddetti punti di osservazione per quanto riguarda il traffico, tramite i quali si può accertare, in determinati punti nevralgici della provincia, l'insorgere del traffico, il suo flusso, i momenti di punta e i valori medi. Una di queste stazioni di osservazione si trova proprio a Molini di Tures. I risultati del 2007 sono degni di nota: in media sono transitati 9.952 veicoli al giorno; nel 2006, di notte, erano stati 1.574. Nell'estate 2007 sono stati conteggiati fino a 13.198 veicoli al giorno e 9.678 nell'inverno precedente. Il traffico notturno rappresenta circa il 19,3% del traffico di un'intera giornata. Queste sono cifre in grado di dare l'idea di quanto sia pesante il traffico individuale attraverso il comune di Campo Tures.

„Il traffico - condizionato dalla sempre più crescente mobilità individuale - è un grande problema ovunque e purtroppo sarà sempre peggio. Quindi, attraverso alcune misure per l'arginamento del traffico ed il miglioramento della qualità della vita della popolazione, si può pilotare lo sviluppo in vari ambiti di azione" afferma il sindaco Helmuth Innerbichler.

Effettivamente il comune di Campo Tures ha fatto di tutto per approfondire il tema del traffico in ogni sua frazione, pure con notevole successo, come si può documentare tramite alcuni progetti, accorgimenti e dal concetto stesso di traffico. Questa sfida rimarrà tale fintanto che il traffico continuerà ad essere un problema pressante. Campo Tures è sempre stato il fulcro della Valle di Tures e Aurina. Manifestazioni, mercati e convegni vari sono sempre stati occasioni di incontro per persone provenienti da tante altre zone causando, fin dagli albori dello sviluppo paesano, la presenza del problema del traffico. Dall'inizio del XX secolo si è velocemente incrementato anche il flusso turistico. Ciò ha comportato nuovamente un peggioramento della situazione. Ospiti giornalieri, vacanzieri e la popolazione stessa si trovano quindi ad affrontare una dura prova. Il rinomato urbanista Prof. Dr. Bernhard Winkler, nato a Campo Tures e vissuto a Molini, ha sviluppato un progetto per l'alleggerimento del traffico del comune natio. Una moderna conoscenza della "psicologia del traffico", innovative soluzioni tecnologiche e la presentazione ai cittadini di Campo Tures ha impresso questo concetto, sul quale si sta lavorando già da oltre dieci anni. Un'apposita commissione, formata da sette persone, si è occupata stabilmente di questo progetto e di molte altre sfide.

Precedenza ai più deboli

„Tutte le decisioni prese in materia di traffico e mobilità sono sempre adottate nel rispetto della qualità della vita. Per noi una cosa è chiara: precedenza ai più deboli. Per questo vengono per primi i bambini, le persone con handicap e gli anziani, dopo è la volta del traffico motorizzato ed infine del traffico pesante", afferma il referente al traffico Christof Haidacher. A fronte di questo scenario la visione del problema traffico del comune porta conseguentemente allo scopo previsto: una diminuzione del traffico motorizzato ed un maggiore supporto ai pedoni e ai ciclisti. All'intero centro del paese, tramite apposite barriere, è stato applicato il modello di riduzione del traffico, studiano dal sig. Bernhard Winkler, in base al quale non occorre più fare un intero giro in paese ed ogni edificio può essere direttamente raggiunto con l'automobile. Una volta però che si ferma l'auto, con questo modello urbanistico, si può comodamente e velocemente raggiungere ogni parte del centro a piedi, come se si fosse motorizzati. Questo concetto urbanistico è già realizzato, verrà costantemente attualizzato e si adatteranno i suggerimenti nel frattempo raccolti.
A tal riguardo, nel corso degli anni, sono stati studiati e realizzati molti progetti: i taxi notturni, gli sci-bus, gli scuola-bus, la costruzione di piste pedonali e ciclabili, i nonni vigili alla mattina per gli scolari, il Citybus, la polizia municipale o nuovi parcheggi; tutto al fine di sviluppare sempre più nuove misure sulla base di idee originali ed innovative.

Gestione dei parcheggi

Oggi i responsabili di questo frangente si sono attivati per alleggerire il centro cittadino e le zone residenziali dal pressante problema del traffico. La costruzione del garage sotterraneo e la gestione dei parcheggi di superficie sono stati passi intrapresi proprio in tal senso. Lo scopo è stato quello di liberare i parcheggi a tempo dedicati ai clienti di negozi e bar del centro. Nel garage sotterraneo, che ha una capienza di 167 posti auto, le prime due ore e mezzo sono gratuite. Questo è uno dei motivi per cui il parcheggio sotterraneo funziona. Allo stesso tempo a Campo Tures sono state introdotte anche le „zone blu" a pagamento. I negozianti sono pienamente d'accordo con l'amministrazione comunale nel lasciare i primi 25 minuti di parcheggio gratuiti. Nel 2008 sono anche iniziati i lavori per la realizzazione di un ancora più ampio garage sotterraneo. Sotto il padiglione delle feste di Campo Tures, in centro al paese, tramite un'ordinanza del consiglio comunale, si è deciso di ampliare ulteriormente il numero di posti auto disponibili (80 posti auto aggiuntivi). Con ciò si è sfruttata una chance storica. Una volta infatti che il rifacimento del padiglione delle feste in superficie fosse stato concluso non ci sarebbe più stata occasione di ampliare il parcheggio sotterraneo, se non con un ingente esborso di denaro. Così il progetto è stato applicato e si avrà anche l'opportunità, fra qualche anno, in caso di bisogno, di allargare di altri ulteriori 300 posti auto il garage sotterraneo, senza dover pianificare e realizzare nuove rampe di accesso e uscita.

Un concetto globale – Progetto di circonvallazione

Das geplante Rondell beim Tunnelportal Süd.

Costi per 14 milioni di euro, 950 metri di lunghezza, 3 anni di lavori, inizio cantiere nel 2010 - questi sono i numeri legati al più grande progetto urbanistico in cui Campo Tures si sia mai cimentato. Entro il 2013 sarà infatti realizzato un tunnel di circonvallazione che obbligherà il flusso di traffico motorizzato a bypassare il centro del paese. Si tratta di un piano che esiste da oltre 30 anni e che già dal 2007 è stato tra le priorità dell'amministrazione comunale. "Una delle più importanti occasioni per noi è la realizzazione del tunnel di circonvallazione, perché con esso verrà risolto il problema dell'inquinamento acustico e ambientale causato dal traffico al centro di Campo Tures e migliorerà notevolmente la qualità della vita dei cittadini stessi" - spiega il referente per il traffico sig. Christof Haidacher. I progetti di circonvallazione nei comuni in genere non presentano quasi mai alti livelli di priorità. A Campo Tures il numero di persone che criticano l'iniziativa è però alquanto ridotto. Ciò dipende probabilmente dal fatto che si promette un miglioramento della qualità abitativa e vitale ad una predominante parte della popolazione. A quelli che invece temono un peggioramento del giro d'affari il sindaco Helmuth Innerbichler risponde: "Io credo addirittura che i fatturati dei negozi aumenteranno. Non è il traffico a generare affari e profitto, ma i clienti, i quali si sentiranno sicuramente meglio in un comune più tranquillo". Il tunnel di circonvallazione fa parte di un grande concetto globale in tema di urbanistica, che include anche la zona della parrocchia e del centro scolastico, il sottopassaggio presso la casa di cura per gli anziani e la circonvallazione nella frazione di Molini.

Visione di una mini-metro

Forse in futuro anche gi amanti degli sporti invernali potranno raggiungere il comprensorio sciistico di Speikboden senza usare l'auto. Esiste infatti il progetto di un mini-metro, la cui fermata si ubicherebbe presso il grande parcheggio presso l'uscita nord del paese di Campo Tures, che permetterebbe il trasbordo degli ospiti direttamente ai piedi delle piste di sci. Ciò non è rilevante solo dal punto di vista tecnologico, ma anche turistico ed economico, in quanto i turisti, dopo la loro piacevole giornata sulle piste innevate, potranno tornare direttamente in paese, lasciando la propria auto in hotel.

Piste ciclabili

Da molto tempo la costruzione di una rete di piste ciclabili non è più un'utopia. Da quando è presente il collegamento tra Brunico a Campo Tures si devono pian piano migliorare, a livello locale, le possibilità di spostamento per gli amanti delle due ruote. Una delle misure adottate a tal fine è stata la costruzione del ponte tra Caminata e Molini di Tures. Un ulteriore ponte sull'Aurino è stato pensato nelle vicinanze di Monte Spicco. Le piste ciclabili devono prevedere una propria demarcazione, in un'ottica di modello guida generale. Tra le misure da intraprendere, all'interno di un quadro urbanistico complessivo, rientrano senza dubbio anche il rifacimento del fondo stradale e dell'illuminazione pubblica. Così nel 2008, durante la posa dei tubi per il teleriscaldamento, verrà ampliata ed asfaltata la pista pedonale e ciclabile tra Caminata e Molini di Tures, la quale sarà altresì arricchita di un sistema di illuminazione fotovoltaica.

Al miglioramento della libertà di movimento della popolazione hanno contribuito anche iniziative private. L'impresa UNIONBAU, ad esempio, nel 2007, per il suo centenario ha ricostruito il decadente ponte di legno sull'Aurino presso il sentiero del Castello di Tures, regalando tale opera al comune stesso. Il rifacimento del vecchio ed insicuro ponte presso l'hotel Feldmüllerhof è stata finanziata dal comune. La pianificazione del traffico, la sua regolamentazione e tutti i vari divieti in materia urbanistica sono da anni importanti temi di discussione del comune. Come fulcro comune vi è sempre la sicurezza delle persone, in particolare dei bambini. Anche il traffico inutile deve essere oggetto di opportune considerazioni. Tramite la realizzazione di barriere e l'introduzione di una morigerata gestione dei parchimetri i cittadini e i visitatori di Campo Tures dovranno essere spronati a muoversi a piedi, piuttosto che in auto. D'altronde il comune stesso è impegnato affinché siano eliminate tutte le barriere architettoniche, d'intralcio ai portatori di handicap. Lo studio di progetto è inziato proprio nel 2008.

Fonte: Lücker, W.: Sanduhr- Il libro sul premio europeo di rinnovamento paesano 2008.

Un comune in movimento – Progetti in tema di mobilità

Un comune senza barriere
Un apposito gruppo di lavoro sta per scoprire tutti gli ostacoli architettonici esistenti all'interno del comune.
»avanti...


Il nuovo ponte pedonale e ciclabile tra Caminata e Molini
Il tanto atteso ponte di collegamento tra le frazioni di Caminata e Molini è stato realizzato.
»avanti...


City-Bus a Campo Tures
Dall'11 gennaio 2009 anche a Campo Tures è attivo un Citybus. Il simpatico mezzo pubblico collega le varie località della piana di Tures, offrendo un comodo collegamento alla rete di bus di linea verso Brunico e verso la Valle Aurina.
Maggiori informazioni ...
»avanti...


La linea ferroviaria di Tures
100 anni fa, il 20 luglio 1908, ha avuto luogo il primo viaggio della prima linea ferroviaria elettrica del Tirolo: la cosiddetta „Taufra Bahnl".
Maggiori informazioni ... »
» avanti...


Progetto Interre IV: "I Comuni si mobilitano" 
Campo Tures partecipa al progetto "I Comuni si mobilitano", che propone attività sostenibili per incentivare una mobilità rispettosa dell'ambiente nei vari Comuni e sostiene le attività già esistenti.
» avanti 


Opere per la sicurezza stradale
Campo Tures cerca di rendere le strade più sicure.
» avanti 

Video

Progetto InterReg IV: „Sviluppo di una regione modello transfrontaliera CO² neutra Valle Aurina - Oberpinzgau"

Attualità

Comune energetico 
Rivista Energia Campo Tures 

» download


Progetto Interreg „Energiesand 09" tra i migliori
» avanti

Pemio 2012: Il sindaco Innerbichler chiamato a far parte della giuria
» avanti

Apertura CASCACE - invito!
» avanti

Nuovo parcheggio presso il centro scolastico
» avanti

Il consiglio comunale si congratula con due concittadini
» avanti

Spostamento della strada per „Cantuccio" a Caminata
» avanti

Martha Frenes: cittadina più anziana di Campo Tures
» avanti

Molini di Tures è un’attrazione per giovani e meno giovani
» avanti

1° Incontro dei vincitori del premio per il rinnovo paesano
» avanti

enertour: 2° delegazione UN a Campo Tures
» avanti

Borsa del lavoro estivo 2011
» avanti

Più di 300 partecipanti al 1° forum sull´energia
a Campo Tures
» avanti

La sfida "zero emissioni"
del comune di Campo Tures » avanti Felix Finkbeiner in visita a Campo Tures per la festa in occasione del "Premio europeo per il rinnovo paesano 2010"
» avanti

Il consigliere provinciale all'economia di Salisburgo Sepp Eisl in visita a Campo Tures
» avanti

Riqualificazione dei paesi:
Laimer vicepresidente dell'Associazione europea
» avanti

Nuova rete W-Lan per un uso gratuito di internet
» avanti

Comuni di Tirolo e Naturno in visita a Campo Tures
» avanti

Medaglia al merito per Richard Ignatius Rieder
» avanti

La buona cucina 2010 a Campo TuresInformazioni e video
» avanti

Parere positivo dal Comitato tecnico
provinciale per la nuova caserma dei Vigili del Fuoco a Campo Tures
» avanti

Approvato il documento programmatico
per il periodo amministrativo 2010 - 2015
» avanti

enertour: ONU invia delegazione
a Campo Tures
» avanti

A Campo Tures il primo progetto per lo sviluppo turistico comunale
» avanti 

Professore universitario giapponese a Campo Tures
» avanti

Documentate 429 barriere architettoniche
» avanti

Primo campo da calcio in erba sintetica dell'Alto Adige a conseguire il certificato FIFA
» avanti

Progetto InterReg IV:
„Sviluppo di una regione modello transfrontaliera CO² neutra Valle Aurina - Oberpinzgau"
» avanti

enertour - Campo Tures diventa una meta fissa
» avanti

Campo Tures è nominato per il Premio ambientale EUREGIO
» avanti

Climate Star 2009 per Campo Tures
» avanti

Conferenza internazionale sulle energie ecologiche: Foto e Slides
» avanti

Il sindaco partecipa alla conferenza europea del rinnovo paesano 2009 a Bratislava
» avanti

Campo Tures vince il Klimaenery Award 2009
» avanti

Incontro con lo Zillertal
il 12 e 13 settembre 2009
» avanti

Nuovo sito internet sul progetto "CASCADE"
» avanti

85 partecipantia un congresso a Campo Tures
» avanti

CasaClima Award 2009
per l' asilo di Molini di Tures
» avanti

Campo Tures si mobilita!Campo Tures partecipa al progetto "I Comuni simobilitano"
» avanti

Visioni per il futuro di Molini:
Presentazione dei risultati della conferenza per il futuro il 19.11.08
» avanti

1° giorno dell'energia
a Campo Tures: Informazioni e foto..
.» avanti

Grande festa a
Koudum (NL)
» avanti

 
 
Comune di Campo Tures - Via del Municipio 8, I-39032 Campo Tures (BZ) - Tel. +39 0474 677555 - Email: info@sandintaufers.eu